Warning: Table './holyland_db/watchdog' is marked as crashed and should be repaired query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, variables, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '%message in %file on line %line.', 'a:4:{s:6:\"%error\";s:7:\"warning\";s:8:\"%message\";s:40:\"Creating default object from empty value\";s:5:\"%file\";s:93:\"/home/holylandpilgrima/public_html/sites/all/modules/i18n/i18ntaxonomy/i18ntaxonomy.pages.inc\";s:5:\"%line\";i:34;}', 3, '', 'http://www.holyland-pilgrimage.org/it/category/front-page-placement/message-from-the-holyland', '', '3.83.192.109', 1566712811) in /home/holylandpilgrima/public_html/includes/database.mysqli.inc on line 134
Message from the Holyland | Pellegrinaggio in Terra Santa

Message from the Holyland

La Chiesa di Dominus Flevit

La piccola Chiesa di Dominus Flevit, con una cappella a forma di lacrima, situata a metà strada lungo il versante occidentale del Monte degli Ulivi, ricorda l’episodio evangelico in cui Gesù pianse per il destino futuro di Gerusalemme.
Questo incidente toccante si verificò durante l’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme nella prima Domenica delle Palme, quando le folle gettarono i loro mantelli sulla strada di fronte a lui e gridano, “Benedetto colui che viene, il re, nel nome del Signore”.

Lanciato il Piano Nazionale per compiere scavi delle Grotte nel Deserto della Giudea allo scopo di mettere in salvo i Rotoli del Mar Morto

L’Israel Antiquities Authority, in collaborazione con il Progetto Heritage presso il Ministero degli Interni di Gerusalemme, di concerto con il Ministro della Cultura e dello Sport, MK Miri Regev, sta promuovendo un piano nazionale per compiere scavi archeologici completi nelle Grotte del Deserto della Giudea allo scopo di salvaguardare il prezioso patrimonio costituito dai Rotoli del Mar Morto, fra le più antiche copie scritte sino ad oggi tramandate dei libri biblici in lingua ebraica.

Shivta – La città del deserto lungo la Via dell’Incenso

Le quattro città nabatee di Haluza, Mamshit, Avdat e Shivta, insieme alle altre fortezze e ai paesaggi agricoli del deserto del Negev, si trovano dislocati lungo la rotta che le collega alla parte mediterranea, punto di arrivo delle leggendarie Vie dell’Incenso e delle Spezie. Insieme, costituiscono la ricca rotta che trasportava franchincenso e mirra dall’Arabia meridionale al Mediterraneo, fiorente dal III secolo a.C. al II secolo d.C.

Parco Nazionale di Qumran

Il sito di Qumran fu scoperto nel 1946 da un giovane beduino, in cerca di una pecora smarrita, che invece si imbatté casualmente in una grotta in cui erano nascosti degli antichi vasi di terracotta. All’interno di quei vasi venne rinvenuto un tesoro di manoscritti. Questa scoperta a sua volta portò a scoprire oltre 700 manoscritti rinvenuti sempre nella stessa area.

Chiesa del Padre Nostro di Gerusalemme

Questa chiesa è costruita sulla grotta in cui Gesù insegnò ai suoi discepoli la preghiera che inizia con: “Padre nostro che sei nei cieli”.

La chiesa bizantina del IV secolo è stata parzialmente ricostruita e restituisce una buona idea dell’impianto originale. La chiesa semi restaurata ha le stesse dimensioni dell’originale; il giardino esterno alle tre porte delinea la zona dell’atrio.

Domus Galilaeae

La Domus Galilaeae è un centro di formazione, di studio e di ritiro, situato sulle pendici del Monte delle Beatitudini. Il progetto ebbe inizio negli anni Ottanta, quando Papa Paolo VI fece erigere in Israele un centro dove i seminaristi potessero completare la loro formazione prima di essere ordinati al sacerdozio. Fu con questo spirito che il Vaticano acquistò Notre Dame, nei pressi della Porta di Giaffa a Gerusalemme.

La Piscina di Betzaeta di Gerusalemme

La Piscina di Betzaeta, il luogo della guarigione miracolosa del paralitico ad opera di Gesù, come narra il Vangelo di Giovanni, è un sito complesso. Si ritiene che fosse un bagno di “mikveh” o rituale. Come luogo in cui si è tenuto uno dei miracoli di Gesù, nel corso di successivi periodi, nei pressi della Piscina di Betzaeta sono state edificate cappelle e chiese, ancora oggi visibili.

Monte del Precipizio

Appena a sud di Nazareth, lungo le scogliere del Monte Kedumim, è situato il Monte del Precipizio, il luogo tradizionale della rupe da cui una folla inferocita tentò di gettare Gesù dopo la sua proclamazione nella sinagoga di Nazareth (Luca 4:16-30).
Il sito offre una vista panoramica del mosaico della Jezreel Valley e del Monte Tabor, particolarmente piacevole al sorgere del sole.

Mostra “La culla del cristianesimo: vedere ciò che si è letto nelle Sacre Scritture”

Il nuovo percorso del Museo di Israele a Gerusalemme offre ai visitatori cristiani un percorso attraverso i capitoli della storia del cristianesimo e di Gesù.

Statua raffigurante un ariete scoperta nei pressi dell’antica chiesa di Cesarea

Un’imponente statua in marmo raffigurante un ariete, antico simbolo cristiano di Gesù, è stata scoperta la vigilia di Natale durante gli scavi di una chiesa del periodo bizantino a Cesarea.
Diritti d’autore: Vered Sarig, Corporazione dello Sviluppo di Cesarea