Il Parco Archeologico a Gerusalemme

Nel Parco Archeologico a Gerusalemme, le porte di vetro del Centro Davidson, vicino al Muro del Pianto – l'ultimo resto del Sacro Tempio – si aprono in silenzio per darti il benvenuto. Quando si chiudono dietro di te, entri in un altro mondo. È il mondo del passato glorioso di Gerusalemme , messo in mostra grazie a un'avanzata tecnologia di visualizzazione.

Il centro è stato costruito nel seminterrato di un edificio dell'ottavo secolo, conservandolo scrupolosamente e potenziandolo. Quando segui la rampa tortuosa che ti porta verso il basso, reperti artistici e archeologici ti riportano indietro nel corso dei secoli, e incontri figure pittoresche risalenti all'esporazione di Gerusalemme nei tempi che furono.

Un filmato video digitale di dieci minuti, a alta definizione, alterna in modo ingegnoso l'esperienza dei pellegrini che si recavano al Secondo Tempio con qualla dei visitatori dei giorni nostri.

La realizzazione che i tesori storici e spirituali rappresentati – il Monte del Tempio, il Muro del Pianto e il Muro Meridionale – ancora si trovano a pochi passi di distanza, aggiunge al potenza della presentazione. Il punto saliente del centro è una ricostruzione virtuale tri-dimensionale del Tempio, basata su scritti antichi e scavi, e prodotta da un gruppo appartenente al Dipartimento per la Simulazione Urbana dell'UCLA.  Immagini create ogni 41 milionesimi di secondo danno ai partecipanti una sensazione misteriosa come se stessero veramente camminando lungo le scale del Tempio e attraverso le sue colonnade torreggianti per trovarsi di fronte al grandioso Santo dei Santi.

Il centro ha ore di visita regolari per gruppi e singoli, ed è chiuso di Sabato. La sessione della ricostruzione virtuale fa parte di un giro guidato che deve essere prenotato in anticipo per mezzo del Centro Davidson.