In bicicletta nei siti biblici

Attraversare in bicicletta i siti biblici della Galilea

Questo tragitto di sette giorni vi condurrà nei più noti siti della Galilea, menzionati nell’Antico e Nuovo Testamento. Dal Monte Carmelo al Lago di Galilea; dal I libro dei Re fino al Vangelo di Giovanni; da Elia e Debora a Gesù di Nazareth. Potrete attraversare pedalando i villaggi della regione, alcuni dei quali furono meta di pellegrinaggi degli ultimi due millenni.

Primo giorno
Haifa ed il Monte Carmelo. La storia di Elia

Circa 35 km.

Iniziate la vostra escursione al Monastero Stella Maris, sovrastante la Grotta di Elia, che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Proseguite da qui fino al Centro Bahai, sul Monte Carmelo, prima di salire più su, attraversando Haifa. Continuate a salire fuori città ed attraversate i boschi del Monte Carmelo verso le città Druse di Daliat El Carmel e Isfiya. Da Isfiya, seguendo la strada per la vetta del Monte Carmelo, raggiungete il Monastero Carmelitano, che indica il luogo dove Elia sfidò i falsi profeti di Ba’al (Re 1:18). Da qui, scendete nuovamente a Isfiya.
Pernottate nella zona del Monte Carmelo.

 

Secondo giorno
Dal Monte Carmelo a Nazareth. La casa di Gesù e Maria

Circa 40Km.

Seguire la strada N. 7212 scendendo i ripidi versanti del Monte Carmelo, verso il Kfar Hasidim. Da qui, proseguire per Kiryat Tivon (fuori strada o su strada). Seguire la Strada N. 7513 attraverso Bosmat Tivon per Betlemme di Galilea, fondata dai Templari germanici intorno al secolo scorso. Seguire le strade secondarie attraverso i campi per Givat Ella e Eilut. Poi iniziare la scalata attraverso il villaggio fino a Nazareth. Pernottamento a Nazareth. (Suggeriamo un’altra giornata in città per visitare le chiese ed i mercati).

Terzo giorno
Da Nazareth al Monte Tabor. La terra della profetessa Deborah

Circa 45 Km.

Iniziare la giornata con la visita a Cana (Kfar Kana) a nord di Nazareth, il luogo in cui Gesù mutò l’acqua in vino (Giovanni 2:1), commemorato dalla Chiesa delle nozze e dalla Chiesa di Nathanael.

Lasciato Kfar Kana, dirigersi verso Ein Mahel ed il Monte Dvorah. Proseguire fuori strada a vall, verso il villaggio di Daburia. Da qui, seguire la strada per salire intorno al Monte Tabor, che sovrasta la Valle di Jezre’el (Yizrael) e la Bassa Galilea. In cima alla montagna, si trova la Chiesa della Trasfigurazione, una chiesa cattolica a ricordo del luogo in cui Gesù incontrò Elia e Mosè (Luca 9:28). In seguito, ridiscendere la collina verso Shibli e Kfar Tabor. Pernottare a Kfar Tabor.

Quarto giorno
Dal Monte Tabor al fiume Giordano

Circa 45 Km.

Dalla zona del monte Tabor proseguire verso sud, seguendo la strada N. 65 fino alla 716/717. Percorrere la strada lungo la Valle di Beit She’an, attraverso le comunità agricole di Ramat Zvi e Moledet. Proseguire sulla strada ad oriente del forte crociato di Belvoir. Questa zona, che fu popolata dalla tribù di Issachar, divenne in seguito una roccaforte delle armate crociate in Galilea, dominando l’antica strada lungo il Giordano. Dopo aver visitato il sito, discendere verso il fiume Giordano. Pernottare a Gesher, Yardena, Beit Yosef, Newe Or o Ashdot Ya’akov.

 

 

Quinto giorno
Lungo il Giordano fino alle Terme Romane di Hamat Gader

Circa 40 Km.

Seguire la strada litorale del fiume in direzione nord. Oltrepassare la prima centrale elettrica in Israele, a Naharaim, e proseguire verso nord fino ad Ashdot Ya’akov. Seguire la strada ad est del fiume Yarmukh all’angolo meridionale delle Alture del Golan fino a Hamat Gader. A Hamat Gader, menzionata per la prima volta nel libro di Giosuè, ci sono sorgenti naturali calde, incorporate nelle terme risalenti ad epoca romana.

Dopo la sosta piacevole alle sorgenti calde, ritornare verso Tzemah, sulla riva meridionale del Lago di Galilea. Proseguire in direzione di Yardenit, centro battesimale sulla riva del Giordano.
Pernottamento nella zona di Degania.

Sesto Giorno
La costa orientale del Lago di Galilea, Kursi e Cafarnao

Circa 40 Km.

Seguire la ciclabile nord-orientale che fa il giro intorno al lago. Continuare a nord, con il lago a sinistra e le alture del Golan a destra, fino a Kursi. Visitare l’antica chiesa a ricordo del Miracolo dei Porci (Matteo 8:32), e proseguire verso nord.

Attraversare il fiume Giordano, che si riversa nel Lago di Galilea presso Betsaida, dove Gesù guarì il cieco (Matteo 11:21). È possibile anche raggiungere Cafarnao, sulla riva settentrionale del lago. In questo sito storico, menzionato parecchie volte nella Bibbia (Luca 4:31, Matteo 4:13, 8:5), sorgono varie chiese con nomi differenti, in commemorazione di molti eventi della vita di Gesù accaduti in questo luogo.

Da qui, proseguire verso uno delle numerose sistemazioni di soggiorno, disponibili sulla riva settentrionale del lago.

Settimo giorno
La sponda settentrionale fino a Tiberiade

Circa 30 Km.

Iniziare la giornata salendo sopra il bacino del Lago di Galilea sul Monte delle Beatitudini, il luogo tradizionale del Discorso di Gesù (Matteo 5:1-12). Da lì scendere a Tabgha, dove Gesù compì la Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci (Marco 6:25), e visitare la chiesa in commemorazione del Miracolo. Continuare verso sud fino al Kibbutz Ginosar. Qui, nel Museo Yigal Alon, si può ammirare la Barca della Galilea, una barca da pesca originale dei tempi di Gesù.

Oltrepassare le pendici del monte Arbel fino alla città di Tiberiade e godersi una passeggiata sul lungolago della città antica costruita dai Romani. Pranzare in uno dei numerosi ristoranti e girovagare piacevolmente nel mercato, aperto tutta la settimana.
Pernottare a Tiberiade. 

 


 

Cliccare qui per un’escursione virtuale