Mimouna

La sera dopo il settimo giorno della Pasqua ebraica, che è un giorno sacro di riposo, gli Ebrei di origine Nord-Africana, particolarmente dal Marocco, celebrano la Mimounacome parte delle festività della Pasqua. L'origine dei festeggiamenti non è chiara, ma è generalmente associata alla morte del Rabbino Maimon Ben Abraham, il padre del grande Rabbino del medioevo Mosè Maimonide (conosciuto anche come il Rambam).

La notte della Mimouna, le persone vanno di casa in casa a trovare amici e parenti, e nei quartieri nei quali c'è un'alta concentrazione di ebrei marocchini, queste visite di casa in casa durano fino alle ore piccole della notte. Anche il giorno seguente è dedicato a festeggiamenti familiari, a andare in visita e a ospitare, e in molti posti pubblici centinaia di persone fanno barbecue nei parchi.

Negli ultimi anni la Mimounaè diventata una festa cui vogliono partecipare tutti. Il consiglio che vi diamo è di provare a trovare una famiglia di origine marocchina che celebra la Mimouna, in modo che possiate anche voi sperimentare questa festa folcloristica. 

 

 

USANZE DELLA FESTA

Cibi dolci - Il pasto festivo è composto esclusivamente di cibi dolci, cosa che sottolinea la speranza di una vita dolce: conserve di frutta, dolci, marzapane e altri dolci fatti in casa. Poichè questi cibi sono fatti durante la Pasquaebraica, sono tutti fatti senza farina o altri ingredienti che non è permesso mangiare durante la Pasqua.

Mufleta– questo è il cibo Marocchino tradizionale della Mimouna. Appena finisce la Pasqua, ed è di nuovo permesso mangiare chametz (cibi lievitati o fermentati), le donne preparano una pasta fatta di farina e lievito, che viene stesa un cerchi piatti, fritta nel burro e servita con miele. Questo è il primo chametz che viene mangiato dopo Pasqua, e la farina viene acquistata immediatamente dopo la fine della festa.