Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Tishrei: Il Mese delle Feste Ebraiche

Il mese ebraico di Tishrei (che coincide con settembre o ottobre) ècarico di significato religioso, pieno di feste importanti. Il mese comincia con Rosh Hashanah, il Nuovo Anno ebraico, che è celebrato per due giorni. Alcune delle tradizioni di Rosh Hashanah più conosciute comprendono il suono dello shofar (un corno di montone) e il mangiare cibi simbolici come mele immerse nel miele per un anno nuovo dolce. Si mangiano anche melograni, una delle sette specie identificate con la Terra di Israele dai tempi della Bibbia e un frutto che matura nel periodo di Rosh Hashanah, mentre Ebrei in tutto il mondo augurano che le loro buone azioni nell’anno successivo siano abbondanti come i semi del melograno. Nel periodo fino alla festa e durante la festa stessa gli Ebrei in tutto il mondo si augurano l’un l’altro Shana tova u’metukah – un buon anno dolce.

Dieci giorni dopo Rosh Hashanah è Yom Kippur, conosciuto come il Giorno Ebraico di Espiazione. Questo periodo di 10 giorni è un periodo di introspezione e riflessione conosciuto come Aseret Yemei Teshuva (i dieci giorni di pentimento). Durante questo tempo, le persone chiedono perdono da ognuno cui possono avere fatto un torto. Yom Kippur stesso è il giorno più sacro del calendario ebraico, e si crede sia il giorno nel quale il Signore decide il destino di ogni essere umano durante l’anno successivo. Molti trascorrono la giornata in sinagoga immersi nella preghiera. Le regole religiose impongono che gli ebrei affliggano le loro anime e per 26 ore è proibito consumare cibo o liquidi (Levitico 23:27). È scritto nella Bibbia, “Poiché in quel giorno Lui vi perdonerà, per purificarvi, affinché siate purificati da tutti i vostri peccati davanti all'Eterno" (Levitico 16:30). L’augurio tradizionale durante i Dieci giorni di pentimento e di Yom Kippur èG'mar Hatimah Tovah – Possa Tu Essere Firmato per un Buon Anno (nel Libro della Vita).

Poco dopo Yom Kippur è Sukkot, conosciuto in italiano come le Festa delle Capanne / dei Tabernacoli. È celebrato il 15 di Tishrei ed è una delle tre feste ebraiche di pellegrinaggio, quando agli ebrei era comandato nella Torah di fare un pellegrinaggio a Gerusalemme. Sukkot dura sette giorni (otto nella diaspora). Le famiglie costruiscono sukkot (capanne coperte di frasche di palma), progettate in modo da ricordare le abitazioni nelle quali gli Israeliti abitarono durante i 40 anni trascorsi nel deserto dopo l’Esodo dall’Egitto. Durante tutto Sukkot, i pasti vengono consumati nella sukkah, e alcune persone anche vi dormono. Durante la festa vengono pronunciate benedizioni speciali sulle Quattro Specie – cedro, ramo di palma, rami di salice e rami di mirto. Come scritto nella Bibbia, “Il primo giorno prenderete del frutto di alberi d’ornamento: rami di palma, rami dalla verzura folta e salci de’ torrenti, e vi rallegrerete dinanzi all’Eterno, ch’è l’Iddio vostro, durante sette giorni.” (Levitico 23:40).

Il mese di Tishrei è senza dubbio la stagione delle feste ebraiche, e quando si fa un pellegrinaggio in Terra Santa, non c’è un periodo migliore nell’anno per dare uno sguardo a molte antiche tradizioni.