Un Pellegrinaggio in Terra Santa Sulle orme della Vergine Maria

Vivete l’esperienza di un viaggio dello spirito seguendo le tracce della vita di Maria, la madre di Gesù, nei luoghi e nel paesaggio Biblico dove visse, gioì e soffrì

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nazareth

Vivete l’emozione di una passeggiata lungo le strade e i sentieri di Nazareth, oggi città moderna, il villaggio dove fu allevato Gesù. Nella Basilica dell’Annunciazione è conservata la grotta nella quale, secondo la tradizione, l’angelo Gabriele apparve alla Vergine Maria (Luca1:26-35). Nel vicino Centro Internazionale di Maria di Nazareth sono conservati importanti resti recentemente scoperti dell’abitazione di una famiglia risalente al periodo del 1º secolo. A poca distanza, la fontana del Pozzo di Maria segna probabilmente il posto nel quale Maria attinse acqua per la Sacra Famiglia.

Altri luoghi in Galilea
Secondo una tradizione della Chiesa antica, l’antica città di Zippori, oggi un parco nazionale archeologico, fu il luogo in cui nacque Maria; questa tradizione è attualmente ricordata nel moderno Monastero Francescano di S. Anna e Gioacchino.

Maria era presente alla festa delle nozze di Cana, il luogo del primo miracolo di Gesù, ove egli trasformò l’acqua in vino (Giovanni 2:1-11).

Il Lago del Kinneret (il Mare di Galilea - il Lago di Tiberiade)
L’antico villaggio di pescatori di Cafarnao, nel quale Gesù visse durante gran parte del suo ministero in Galilea, è importante anche nel contesto del pellegrinaggio di Maria, poichè si racconta che la Vergine Maria accompagnò suo figlio a Cafarnao. (Giovanni 2:12). Nella Chiesa della Casa di S. Pietro sono conservati i resti di un’abitazione di una stanza che si presume sia la “Casa di Simone, detto Pietro" (Marco 1:29). La chiesa attuale è costruita sopra l’antico sito archeologico dell’la Insula Sacra realizzato per conservare i reperti archeologici.

Haifa e il Monte Carmelo
Il Monastero di Stella Maris è dedicato alla Vergine Maria in qualità di “Nostra Signora, la Stella del Mare" (Stella Maris, in Latino). La vicina Grotta di Elia è stata identificata dai tempi Bizantini come un luogo nel quale la Sacra Famiglia si riposò lungo la strada di ritorno dall’Egitto.

 


Il Monastero di Stella Maris

 

Gerusalemme – La Città Vecchia
Nei tempi antichi, come oggi, Gerusalemme era il centro della vita religiosa ebraica. È possibile che Maria, soprattutto da adulta, si sia recata in visita nella città almeno una volta all’anno per pregare al Tempio. I pellegrini di oggi possono visitare il Muro del Pianto [in ebraico, ha-Kotel ha-Ma'aravi] ovvero i resti del grande muro di contenimento della spianata del Monte del Tempio, luogo di preghiera e devozione per gli Ebrei dalla distruzione del Secondo Tempio da parte dei Romani nel 70 DC. I visitatori possono anche salire sul Monte del Tempio stesso (ove i non-musulmani possono solo vedere, senza potervi entrare, la Cupola della Roccia e la Moschea di Al-Aqsa.).

Nella Chiesa di S. Anna (la Piscina di Bethesda) del 12º secolo è conservato il sito che secondo la tradizione Bizantina fu il luogo nel quale nacque la Vergine Maria.

La Via Dolorosa inizia vicino all’arco dell’Ecce Homo nel Quartiere Musulmano e finisce alla Chiesa del Santo Sepolcro nel Quartiere Cristiano. Delle quattordici stazioni, quattro sono collegate direttamente o indirettamente alla Vergine Maria che era presente e assistette alla Passione.

La Chiesa del Santo Sepolcro contiene molti santuari dedicati alla Vergine Maria, compresa un’immagine di Maria come Mater dolorosa.

Gerusalemme – Fuori dalle Mura della Città Vecchia

Il Cenacolo (la “Sala Superiore”): una sala del 14º secolo situata in una piccola struttura a due piani all’interno di un complesso più vasto di edifici sulla vetta del Monte Sion – commemora il luogo nel quale Gesù celebrò l’Ultima Cena con i suoi discepoli. È associata anche a una tradizione precedente risalente almeno al 4º secolo secondo la quale questo fu il luogo (o almeno la zona) nella quale i discepoli si radunarono con la Vergine Maria e altri membri della comunità dopo la morte di Gesù (Atti degli Apostoli 1:14) – e il luogo nel quale sperimentarono la discesa dello Spirito Santo durante la Pentecoste (Atti degli Apostoli 2:1-4).

L’abbazia sul Monte Sion “Hagia Maria Sion” (precedentemente conosciuta come la Basilica della Dormizione) fu consacrata nel 1910. Fu costruita su parte del sito occupato dalla precedente basilica Bizantina di Hagia Sion e una successiva chiesa Crociata, S. Maria del Monte Sion.Un santuario nella cripta è dedicato alla Dormizione.

La Tomba della Vergine (Chiesa Ortodossa) si trova ai piedi del Monte degli Ulivi nella Valle di Giosafat, un ramo della Valle del Cedro, adiacente al Giardino di Getsemani e alla Chiesa delle Nazioni.

Ein Karem
Secondo la tradizione Cristiana, è il luogo di nascita di S. Giovanni Battista e il luogo nel quale abitavano i suoi genitori Zaccaria e Elisabetta. Il Nuovo Testamento parla della visita di Maria a sua cugina Elisabetta quando entrambe attendevano la nascita di un figlio (Luca 1:39-56). Molti siti nel villaggio sono collegati a quella visita.

La Sorgente di Maria, una sorgente ed una fontana al centro del villaggio antico. Secondo una tradizione, questo è il luogo nel quale si incontrarono Maria e Elisabetta, da dove Maria bevve (di conseguenza la sorgente divenne un sito di pellegrinaggio Cristiano).

La Chiesa della Visitazione – secondo la tradizione il sito della casa della cugina di Maria, Elisabetta, e di suo marito, Zaccaria (i genitori di S. Giovanni Battista).

La Chiesa di S. Giovanni Battista segna, secondo la tradizione, il luogo di nascita di S. Giovanni Battista.

 


La Chiesa della Visitazione, Ein Karem

 

Betlemme*
Nella Basilica della Natività, uno dei primi edifici Cristiani e fra i più importanti, è custodita la grotta che secondo la tradizione si ritiene essere il luogo nel quale nacque Gesù (Luca 2:7).

La Grotta del Latte si trova nella cripta di una piccola cappella Francescana e celebra la tradizione secondo la quale la grotta fu usata come rifugio dalla Sacra Famiglia prima della sua fuga in Egitto.

* Sotto la giurisdizione dell’Autorità Palestinese. La visita sul posto può richiedere preparativi speciali, compreso coordinamento per il trasporto e le guide.

Abu Ghosh
Il villaggio di Abu Ghosh si trova sul luogo della biblica Qiryat Ye'arim, nel quale l’Arca dell’Alleanza rimase per venti anni prima di essere riportata a Gerusalemme (1 Samuele 6: 21, 7:1-2). La Chiesa di Notre Dame de l'Arche de l'Alliance (la Nostra Signora dell’Arca dell’Alleanza, costruita nel 1924) ubicata in cima alla collina, commemora l’evento.

Deir Rafat
Il santuario cattolico del Monastero di Deir Rafat (a ovest di Beit Shemesh e del Kibbutz Tzora) fu fondato negli anni 30 del secolo scorso dal Patriarca Latino di allora, Monsignore Louis Barlasina. Il santuario è dedicato alla Vergine Maria nel suo ruolo di Regina delle Nazioni e protettrice della Terra Santa.

 

Fonti per Ulteriori Informazioni

Siti web del Ministero del Turismo Israeliano:
http://www.goisrael.com/Tourism_Eng/Tourist+Information/Christian+Themes/
http://www.goisrael.com/Tourism_Eng/Tourist+Information/Links.htm